Con Paolo Maderu Pincione

Come avevamo fatto  nel 2016 inauguriamo nuove serie di seminari via web, che con un feed-back scritto sulla partecipazione – comprensione, vogliamo considerare come ore formative valide per l’aggiornamento professionale, con validità del tempo di durata stessa dell’incontro.

 

16 Aprile 2020  –  Sensi e Percezione

 

L’ascolto in Biodinamica CS è legato alla presenza dell’operatore. La presenza è la consapevolezza incarnata del sistema corpo – mente – spirito – tempo.

Alla base ci sono i Sensi e la Percezione.

Consideriamo la concezione di Rudolf Steiner dei 12 sensi, che li suddivide in:

  • sensi legati alla Volontà, che sono quelli corporei: come percettori della propria interiorità
    il tatto, il senso della Vita, il movimento, l’equilibrio
  • sensi legati al Sentimento, animici: come percettori del mondo
    l’olfatto, il gusto. la vista, il calore
  • sensi legati al Pensiero, spirituali: come percettori dell’interiorità altrui
    l’udito, il linguaggio, il pensiero, il senso dell’Io.

Questo studio dei sensi è una indagine meditativa sulla nostra essenza e sulla intrinseca capacità di percepire-pensare il sensibile e il sovrasensibile.

Un viaggio nel mondo delle sensazioni che, sperimentate nelle loro profonde qualità diventano delle “porte dell’anima” e ci permettono di esplorare il nostro mondo percettivo.

Gli organi di senso sono diventati i grandi maestri dell’umanità. Ogni organo di senso parla la propria lingua, e tuttavia essi si comprendono a vicenda e formano insieme un unico cerchio. A. Soesman

La Percezione ha molteplici declinazioni a seconda dei sistemi (sensoriali) che provocano la stimolazione. Di volta in volta vengono nominati, anche se in modo non univoco, come: Propiocezione, Interocezione, Enterocezione, Viscerocezione, Esterocezione, Nocicezione, etc.

1- La mia interiorità, i sensi “corporei”: il tatto, il senso della Vita, il movimento, l’equilibrio.

Con il tatto ci separiamo dal mondo, tuttavia attraverso il tatto possiamo riconnetterci con il Tutto. Con il senso della vita riconosciamo i nostri processi vitali. Con il movimento individuiamo la nostra corporeità, la nostra missione, il nostro perseguire. Nell’equilibrio esistiamo nel campo, con la gravità, tra terra e cielo.

 

 

 

Quando

16/04/2020
Ora: 20:00 - 21:00