Germana Fruttarolo.

Ciao Germana!


Ciao Germana!

Sei passata in un’altra dimensione.

Germana Fruttarolo.Sei stata una grande maestra e pioniera della biodinamica craniosacrale. Hai contribuito con passione, determinazione e creatività allo sviluppo della nostra disciplina in Italia e alla costituzione di ACSI, nata dall’unione di AITECS con la tua AIBIC.

Abbiamo trascorso dei bei giorni insieme,  ricorderemo per sempre la tua profonda sensibilità, l’eleganza, l’arguto umorismo e la passione per l’opera.

Ti siamo profondamente grati per tutto quello che ci hai donato, trasmesso ed insegnato.

La tua mancanza ci rende tristi. Ma il desiderio che hai espresso è che la tua Anima fosse accompagnata con un sorriso e con amore, per questo all’ultimo saluto hai voluto che brindassimo e ci hai salutati con questa tua splendida ultima poesia:

“Follia dolcissima,

limite estremo della fantasia,

nulla di meno dell’impossibile

nulla di più di un semplice sì.

Ritorno alle origini

al tempo della noia

e della delusione

per ripercorrere il cammino dell’avventura

per rifare gli stessi errori

con la certezza di non sbagliare più.

Per riannodare il filo che si era spezzato

ed uscire dal labirinto.

Ritrovarsi finalmente all’aperto.

Il cielo è ancora azzurro

il sole è ancora caldo

tutto è come prima.

No, è tutto molto più bello.”

 

Sarai sempre nei nostri cuori, buon viaggio nella luce.

 

“Signore non ti chiediamo perché ce l’hai tolta, ma ti ringraziamo di avercela data.”

Sant’Agostino